sabato 7 febbraio 2015

Rocco sull'isola



E' appena iniziata la nuova edizione dell'isola dei famosi. 

Non so a che edizione siamo perchè ormai tutte le "cagate" (pardon) le presenta la Marcuzzi. Quindi faccio confusione...

Gli altri anni non ho seguito. Non mi sembrava nulla di speciale. Cioè in sostanza mi sembrava un format con persone - o sul viale del tramonto televisivo, o all'alba del percorso televisivo - che cicciavano fuori sull'isola e venivano strapagate per essere sottoposte a varie prove. 

Alcune di queste prove assomigliano un pò alla vita di tutti i giorni di un precario qualsiasi: ad esempio la qualità e la quantità del cibo. 
Altre invece te le sogni: tipo stare su un'isola nudo con la figlia di Caniggia ( nuda ), magari a parlargli per ore di Balbo e Fonseca o di quanto fosse fico il padre.

Punto

.

Nell’isola mi hanno sempre fatto molto ridere i primi piani della telecamera sul concorrente che dice: "sono solo sull'isola". 

Ma come sei solo sull'isola??? te-stanno-a-fa-un-primo-piano-mortacci-tua

Poi da contratto dovranno dire che “l’esperienza li ha cambiati”, “che sono entrati bambini e sono usciti uomini”, “che si sono avvicinati molto alla figura del Cristo, questo cristo che si immola”.

In pratica dicono le stesse cose che diceva mio nonno della Leva Militare, “che è utile, che ti forma, che ti cambia la vita”.

Vabbè ma basta polemica, su.... 

Quest'anno c'è Rocco. 
E quindi... se quando ha aperto "Rocco Giocattoli" anche tu hai pensato a un negozio erotico allora quest’anno seguirai l’isola.

La presenza di Rocco ha prima di tutto, reso felice Scanu, che a forza di cantare "in tutti i luoghi, in tutti i laghi" le aveva fatte scappare tutte.
Ora il piccolo Valerio si mette sulle tracce degli addominali del maestro sperando di imparare qualcosa. Speriamo se non altro che possa dichiarare :”L’esperienza sull’isola mi ha cambiato la musica”.

La presenza di Rocco ha poi dato interesse a una serie di donne senza senso:
-         La Rodriguez che ha senso per la sorella
-         La Caniggia che ha senso per il papà
-         La Fanny che ha senso per l’ex marito - ex marito che però non ha senso.

Purtroppo però ( e arriva la triste conclusione del post ) lo stesso Rocco non ha senso sull’isola.

Lui cerca di uscire dal personaggio, ma si ritrova sempre in un mare di doppi sensi e di allusioni che puntualmente lo ricacciano alla maschera che si è cucito addosso.

I doppi sensi di Mara Venier
I doppi sensi di Alessia Marcuzzi
I doppi sensi di Alfonso Signorini...

puntini puntini

E tu pensi “ma lo lasciate in pace povero Rocco…”
Lasciatelo esprimere...
E lo vedi la, indifeso, che non ha dialettica per difendersi, che non sa che dire, se non prendersi in giro lui stesso, quasi umiliarsi…
Un bambino...
E alla fine pensi,
sai che c’è Rocché, “Trombateli tutti”
Così imparano.

Leggi anche: http://www.storiediunprecario.it/2011/10/il-compagno-del-liceo.html


Loading...