martedì 17 febbraio 2015

LOTITO HA RAGIONE, LOTITO HA TORTO




In un vecchio film “ L’allenatore nel pallone”, il commendatore Borlotti, ingaggia Oronzo Canà (Lino Banfi) alla guida della sua squadra, La Longobarda, con l’intento esplicito di retrocedere in serie B in modo tale da far quadrare i bilanci economici della società.
Canà invece con purezza d’animo, ma in modo totalmente casuale e fortunoso, riesce a salvare la squadra dalla retrocessione per la gioia dei tifosi e dei telespettatori.

Perché questa premessa?

Di recente sono uscite delle intercettazioni telefoniche fra il presidente della Lazio Claudio Lotito e Pino Iodice presidente dell’Ischia Isola Verde. Puoi leggere le intercettazioni integrali qui:

In sintesi, Lotito, che non è di certo il solo, mette all’ordine del giorno un problema di bilancio e una necessaria riforma della Serie A.
Il quadro di una serie A in crisi economica non mi è difficile da vedere.
Mi basta pensare a:


  •    La vendita della Roma agli americani
  •   La vendita dell’inter agli indonesiani
  •   La vendita della Sampdoria a Ferrero
  •  Destro che passa per un top player......

Ma continuiamo il discorso…

Senza entrare nel merito della riforma, cioè nella sua validità effettiva di risanamento dei bilanci, fanno scandalo le dichiarazioni di Lotito che prende due squadre, il Carpi e il Frosinone (attualmente in testa alla serie B) e ne “sconsiglia” la promozione in Serie A. Secondo il patron della Lazio infatti, Carpi e Frosinone in A, che potevano anche essere Pro Caccolese e Poggibonsi, non sono un buono sponsor per la lega maggiore e non sarebbero in grado in termini di abbonamenti o di diritti televisivi di aiutare in questa operazione di crescita economica.

Cioè immaginatevi la Tim, che sponsorizza la seria A… Il posticipo è Carpi – Frosinone…. e tutti guardano Don Matteo.

I conti come dice anche un proverbio non tornano.

E’ comprensibile.

Da qui,  Lotito ha ragione!!!

In un modo molto italiano, Lotito parla al telefono proprio come il presidente Borlotti dell’allenatore nel pallone, cercando in questo caso non di retrocedere lui con la sua Lazio (sia mai!!!), ma di non far promuovere squadre con basso appeal.

Però....

C'è un però...

Ci sono tantissimi tifosi e appassionati di calcio che seppur impreparati e maldestri, hanno ancora un cuore puro come Oronzo Canà.

A loro le dichiarazioni di Lotito non vanno giù,

Seppur ingenuamente non sanno spiegarsi:


  •   Perché una squadra che gioca meglio non possa salire in Seria A
  •  Perché la Serie A  abbia bisogno di sponsor
  •   Perché lo scandalo del calcio scommesse o della compravendita arbitrale
  •  Perché Destro sia considerato un top player (questo se lo chiedono tutti!!!)

Attorno al calcio quindi aleggia ormai da anni un pessimismo, una sfiducia e la consapevolezza amara di molti che: Il calcio sia uno sport, ma la serie A no.

Un peccato, soprattutto per i bambini…

Le dichiarazioni di Lotito, infatti, seppur comprensibili per l’ambiente, non erano quello di cui questo sport aveva bisogno. Anzi è l'ennesima telefonata di cattivo gusto in Italia.

Forse sono queste le cose che ti svuotano gli stadi, più di un Carpi, un Frosinone o un Pescara che giocano bene al calcio.

Forse San Siro è vuoto non perché ci sia bisogno di riforme, ma perché il Milan gioca male...

Forse anche queste telefonate ti fanno dire: “Mio figlio lo iscrivo a basket”.

Forse no.

Ma sotto questi punti di vista Lotito ha torto.

Leggi anche: http://www.storiediunprecario.it/2015/02/i-pinoli.html


Loading...