domenica 15 settembre 2013

Tana per me!



Buongiorno!!!

riprendo a scrivere dopo quasi due anni di inattività. Evvai! E sempre da Boccea... Doppio evvai!!!

Boccea per chi non lo sapesse è un arzillo quartiere di Roma, più coatto di Califano e più vecchio del maestro Yoda, un posto che prende il suo nome dalle bocce, sport nazionale della zona.

In questi due anni speravo di diventare uno di quei ricchi blogger che scrivono da isole sperdute e che vendono i loro libri con i loro consigli: "100 modi per non lavorare" "Più che vivere, abbronzarsi" "come vivere in polinesia raccogliendo conchiglie" etc etc. etc.E invece no, sono rimasto qui, povero in canna, che aspetto Natale per ricevere 100 euro dai parenti e comprarmi uno di quei libri per imparare.

Ma una speranza c'è. E questa speranza si chiama NASCONDINO. Avete capito bene: N-A-S-C-O-N-D-I-N-O. Ebbene si!

Posso ammettere con una certa modestia di essere stato più e più volte campione nazionale di tanaliberatutti: nel corso di quell' età dell'oro che va dai miei sette ai miei dodici anni, ho infatti più e più volte dimostrato abilità non indifferenti a mimetizzarmi in un cespuglio o a nascondermi dietro la colonna.

Devo ammetterlo, ho sempre pensato che il mio futuro potesse essere questo: nascondermi.
E in effetti è così da tempo...

Il liceo prima e poi l'università hanno tentato in tutti i modi di farmi perdere questo talento.

Ho provato a resistere e a chiedere ai miei compagni universitari: "giochiamo a nascondino?" "dai sabato pomeriggio giochiamo a nascondino?".

Ma anche loro mi hanno isolato.

Anche le donne non apprezzavano.

Ero disperato, fino a ieri nessuno mi capiva.

Nessuno tranne Yasuo Hazaki.

Il 64enne professore universitario infatti, ha proposto proprio il nascondino come sport delle Olimpiadi di Tokyo 2020. E io sono tutto un furore. Considerando che avrò 37 anni, ho sette anni per rimettermi in forma e per fare una squadra.

Voglio rappresentare l' Italia col nascondino.

Basta guardie e ladri.

Se siete interessati a stare in squadra con me
potete inviare il vostro curriculum qui a storiediunprecario@hotmail.com.


Loading...