martedì 12 luglio 2011

Apprendista giardiniere

Avrei voluto in questo mio secondo articolo esordire con una frase ad effetto: ad esempio “IO SO PERCHE' SO DI NON SAPERE”... oppure spezzare il pane fra le mie bianche mani e chiamarvi “FRATELLI”, ma la verità è che sto facendo il giardiniere e mi si è rovesciato mezzo sacco di argilla espansa sulle scale del palazzo del proprietario di casa. Il proprietario di casa per la cronaca è un mio carissimo amico che mi ha chiesto di rifargli il terrazzo perché lui per via del lavoro (che lui ha!) non può prendersene cura. Quindi mi ha dato un budjet di 100 euro affinché possa competere con i terrazzi delle più ardite vecchiette dal pollice verde della zona. Ho comprato 3 rincospermi...( per via di questa cosa dello sperma dal fioraio mi vergogno sempre tantissimo soprattutto se lui è un uomo), una serie di piantine grasse deliziose, un ulivo, un arancio, delle begonie nane e un geranio d'egitto. Mi piacciono le piante, almeno loro sono vive in questo mondo tutto computerizzato e motorizzato. Non capisco ad esempio perché quando giro per strada so riconoscere una fiat punto e non un platano... "Ah questi giovani!!!" direbbe mio nonno!!! Non capisco nemmeno perché se cerchi mora su internet esce Lele Mora..."Ah queste more!!!"...
Comunque i problemi sono altri o meglio sono questi, ma anche altri, cioè il vero problema è che 100 euro sono pochi per rifare un terrazzo... sono rimasto con 30 euro di quei 100 iniziali, devo finire il terrazzo, devo fare la spesa, devo ricaricare il cellulare... ma non posso mica farlo coi soldi del mio amico!!! Eh no, non posso fare la cresta (forse la faccio si...ciao Luca!), no non posso!!!!! Devo trovare lavoro, devo vedere un futuro, devo stare tranquillo economicamente, ma soprattutto DEVO PULIRE LE SCALE DALL'ARGILLA...

Per fortuna stasera ho yoga!
ciao
D.

se volete mandare le vostre storie: storiediunprecario@hotmail.com
Loading...